Seleziona la tua lingua

Turismo senza affollamento nella nuova normalità
Multidestinazione

Turismo senza affollamento nella nuova normalità

Il turismo senza affollamento è uno degli aspetti più evidenti della nuova normalità. La pandemia di Covid-19 ha inferto, infatti, un duro colpo al settore turistico, registrando una riduzione del numero di visitatori nelle principali città del mondo.

La stragrande maggioranza delle attrazioni turistiche ha dovuto diminuire il numero di persone ammesse all’interno dei propri spazi, nel rispetto delle misure di sicurezza vigenti e della distanza sociale necessaria.

Tuttavia, ogni crisi ha in serbo una grande opportunità… In questo caso, la situazione epidemiologica mondiale ha portato con sé il grande vantaggio di poter visitare nel migliore dei modi alcuni dei luoghi più affascinanti del mondo.

Turismo senza affollamento alla Fontana di Trevi a Roma
La Fontana di Trevi: oggi si può osservare senza schivare la folla!

La Fontana di Trevi a Roma

Turismo senza affollamento? Roma è l’esempio perfetto! La fontana più visitata e fotografata del pianeta vive, infatti, un momento unico: non è invasa da orde di turisti!

Nella nuova normalità in pochi accalcano le strade di Roma, immortalando in uno scatto quest’opera d’arte barocca e lanciando una moneta nelle sue acque. Infatti, Piazza di Trevi non è mai stata così vuota e la sua fontana tanto sola, come negli ultimi mesi…

Venezia e i suoi canali

Venezia è probabilmente la località con più turismo massivo. Le polemiche che coinvolgono il capoluogo veneto riguardano senza dubbio le folle di turisti che giornalmente invadono il suo centro storico. Tuttavia, oggi i veneziani possono godersi in totale tranquillità la propria città e i suoi bellissimi monumenti, così come i pochi visitatori in vacanza nella Serenissima.

Turismo senza affollamento alla Galleria degli Uffizi di Firenze
Visitando tranquillamente la Galleria degli Uffizi

La Galleria degli Uffizi di Firenze

Firenze da sempre riceve milioni di turisti all’anno, che non perdono l’occasione di conoscere le opere della Galleria degli Uffizi, uno dei musei più famosi del mondo. 

Partecipando a una visita guidata della Galleria degli Uffizi, oggi si può godere di un’esperienza esclusiva, contemplando capolavori come la “Venere di Urbino” di Tiziano e “La Primavera” di Botticelli senza accalcamenti. 

Le Piramidi e i templi in Egitto

L’Egitto è una delle mete più ambite, come da sempre dimostra la presenza massiva di turisti in visita alle Piramidi di Giza o ai templi della Valle dei Re. Purtroppo, anche la terra dei faraoni ha sofferto le dure conseguenze della pandemia e, in questi mesi, è diminuito il numero dei suoi visitatori.

Chi da marzo ha osato (o potuto) viaggiare al Cairo, a Luxor o ad Assuan, sicuramente avrà vissuto un’esperienza straordinaria, contemplando cotanta bellezza in piena tranquillità!

La Sagrada Familia a Barcellona
La Sagrada Familia, il simbolo di Barcellona

La Sagrada Familia di Barcellona

Dopo mesi di chiusura, il 4 luglio la basilica progettata da Antonio Gaudí aprì le sue porte, ma soltanto agli operatori sanitari, agli agenti delle forze dell’ordine e al personale di enti locali. Successivamente, fu concesso l’accesso anche ai cittadini residenti a Barcellona, mantenendo chiuse le proprie porte ai turisti fino alla fine di luglio.

Oggi la Sagrada Familia si può visitare solo nel weekend, con una riduzione dell’orario e del numero massimo di persone ammesse. I suoi fortunati visitatori possono scoprire l’opera incompiuta del genio catalano senza accalcamenti!

La Torre Eiffel di Parigi

Dopo quasi quattro mesi di interruzione forzata, la torre più famosa del mondo è ormai aperta al pubblico. Dalla sua riapertura nel mese di luglio, pochi turisti sono saliti sulla cima della Torre Eiffel.

Nella nuova normalità la ben nota distanza sociale permette, quindi, di vivere un’esperienza esclusiva e rilassante, godendo della vista panoramica su Parigi dal punto più alto della torre.

Ponte Carlo a Praga

Fino ai primi mesi del 2020, gli oltre 500 metri del Ponte Carlo erano gremiti di turisti che, in qualsiasi periodo dell’anno, attraversavano uno dei luoghi più iconici di Praga. Scattare una foto senza folla era una missione impossibile ed era complicato poter osservare con calma le sue trenta sculture.

La notevole riduzione del numero di turisti nella capitale della Repubblica Ceca, oggi permette di visitare placidamente il luogo più famoso di Praga. Si può immortalare questo momento in un selfie imbattibile!

L'Alhambra di Granada
Visitando nella nuova normalità il cortile dei leoni dell’Alhambra

L’Alhambra di Granada

L’Alhambra di Granada è una delle attrazioni turistiche più visitate della Spagna. Fino all’inizio del 2020, consentiva l’accesso a massimo 2.763.500 visitatori all’anno, ovvero a circa 7.600 turisti al giorno. Da vari mesi, invece, possono entrare 1.000 visitatori al giorno.

Nella nuova normalità, acquistare in anticipo il biglietto dell’Alhambra è, quindi, un requisito indispensabile per poter conoscere i palazzi e i giardini di questo complesso monumentale dichiarato Patrimonio dell’Umanità.

Le isole greche

Descrivendo Mykonos o Santorini non si può non parlare di spiagge e locali affollatissimi, soprattutto nei mesi estivi  e autunnali.

Le restrizioni dell’emergenza sanitaria hanno permesso a queste e a molte altre isole greche di tornare alla calma in cui vivevano prima di diventare delle mete ambite da tantissimi turisti. Oggi a Mykonos si può contemplare serenamente un tramonto indimenticabile!

Le terme di Budapest

Fra le principali attrazioni turistiche di Budapest vi sono le sue famose terme, come quelle di Széchenyi e Géllert. Ma non è così facile rilassarsi quando si condivide una piscina con una folla di turisti, vero?

Chi ha potuto visitare la capitale ungherese in questa nuova normalità, si sarà completamente rilassato nelle acque delle terme più rinomate del Vecchio Continente, avvolto da una piacevole e quasi totale solitudine. Il turismo senza affollamento è in questo caso un buon vantaggio, vero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *